SEDENTARIETÀ: COME COMBATTERLA FIN DA BAMBINI

La sedentarieta’ e’ un killer della nostra epoca, che miete tante vittime quanto le sigarette.

Siamo un popolo di sedentari. Vittime consenzienti di una pigrizia ammaliatrice, irresistibile, a cui non riusciamo a dire di “no”… L’indolenza si impossessa di noi, ci tiene attanagliati all’amato divano, incollati alla TV mentre trasmettono i nostri film o programmi preferiti. Come resistere al dolce far niente? Tanta sedentarietà, però, ci costa molto cara, a livello di salute e di stile di vita. Dante ci avrebbe spedito dritti dritti nel girone infernale degli Ignavi… Secondo recenti studi dell’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità), la sedentarietà è il quarto principale fattore di rischio di mortalità globale e causa ogni anno di 3,2 milioni di decessi. In particolare si stima che e la sedentarietà e la conseguente inattività fisica siano responsabili di circa il 30% delle malattie cardiache, il 27% del diabete e il 21-25% dei tumori di seno e colon. Insomma, non è azzardato considerare la sedentarietà un male della nostra epoca, visto che miete tante vittime quante il fumo. Come combatterla? Il consiglio è quello di praticare almeno 150 minuti alla settimana di attività fisica aerobica di moderata intensità. Non è mai troppo tardi per abbandonare una vita all’insegna della sedentarietà, in primis approfittando delle belle giornate per camminare all’aria aperta, andare in bicicletta o a correre, meglio se a contatto con la natura. Va benissimo anche il giardinaggio. Cerchiamo poi di preferire le scale all’ascensore, gli spostamenti a piedi anziché in macchina e, se siamo in autobus, sforziamoci di scendere ad una fermata diversa dalla nostra. Si tratta di piccoli stratagemmi che fanno la differenza, a tutte le età. A proposito di età, da numerosi studi risulta che la sedentarietà colpisce soprattutto i più giovani. L’80% degli adolescenti (13-15 anni), infatti, non si muove a sufficienza. Figli della noia, della TV, dei computer e dei videogiochi… 

Come reagire dunque a tanta sedentarietà? Ricordando che una regolare attività fisica e corrette abitudini alimentari sono uno strumento decisivo di prevenzione della salute di adulti e bambini.  Per riassumere questi concetti è stata ideata la piramide dell'attività fisica e motoria, che illustra le regole da seguire per combattere la sedentarietà. Alla base della piramide sono indicate le attività da svolgere quotidianamente, man mano che si sale verso i gradini più alti della piramide si incontrano le attività da svolgere con minore frequenza. Ad esempio i bambini dovrebbero andare a scuola a piedi, fare attività fisica all'aria aperta almeno 4-5 giorni alla settimana, di cui 3 o 4 volte in maniera organizzata, possibilmente attraverso il gioco di squadra. Occorre invece ridurre a non più di un'ora al giorno il tempo dedicato a tv e videogiochi che stara’ all’apice della piramide. La base che tiene su la struttura piramidale e’ dunque il movimento quotidiano.

In chiusura, una “chicca” legata al concetto di sedentarietà. La vita sedentaria nasce 7000 anni fa con l’agricoltura. Lo afferma uno studio di Alison Macintosh della Cambridge University. La ricerca si basa sull’esame della forza, della rigidità e di altri parametri delle ossa dei nostri antenati. Le ossa sono drasticamente meno forti a partire dal 5.300 A. C., in coincidenza con la rivoluzione culturale del Neolitico, quando si passò da una sussistenza basata sulla caccia e sulla raccolta, all’uso di animali addomesticati da lavoro e alla coltivazione di piante. Le ossa evolvono rapidamente se muta l'attività fisica svolta. Con il passaggio all'agricoltura i nostri antenati sono passati da un livello di attività intenso (percorrevano lunghe distanze e caricavano pesi ingenti) ad uno piu’ moderato. E con i nuovi strumenti di lavoro dei nostri giorni LA SEDENTARIETA’ si e’ trasformata in vero e proprio problema! Forza, bastano piccoli passi per combatterla!

Condividi con i tuoi amici su:  

Articoli del Blog

CONTRO L'INTESTINO PIGRO TANTO MOVIMENTO E L'USO DELLE ERBE
del 15/03/2018

COME CURARE LE DISTORSIONI
del 03/11/2016

VIAGGIARE IN SALUTE
del 26/07/2016

PAUSE SOSPETTE E DOLORI AL POLPACCIO
del 13/05/2016

I CANNELLI DI ZOLFO
del 21/03/2016

SCHIENA FLESSIBILE ED ELASTICA IN 6 MOSSE
del 04/03/2016

IL SALE COME ASSUMERLO AL MEGLIO
del 16/02/2016

IL BUONUMORE SALE DAI PIEDI
del 23/10/2015

L'ENERGIA TRAVOLGENTE DEL SAMBA FIT
del 14/07/2015

BELLEZZA IN BICICLETTA
del 21/06/2015

TUTTI PAZZI PER IL BEACH TENNIS
del 26/05/2015

IL VIRTUAL TRAINER
del 29/04/2015

COME COMBATTERE IL TORCICOLLO
del 09/04/2015

I FATTORI DI RISCHIO DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI del DOTT. MARIO TRIVELLATO
del 02/04/2015

TUTTI IN FORMA CON IL PILOXING!
del 25/03/2015

Eventi

I NOSTRI NAZIONALI DI KICKBOXING E TAEKWONDO
del 29/05/2015

RBREMEDIA TRA GLI SPONSOR DI ALEP
del 11/04/2015

Una vittoria dopo l'altra per il IL NUOVO VOLTO RB 2015
del 10/04/2015

IL CONFLITTO NELLO SPORT E NELLA VITA
del 01/09/2016

IL CAMBIAMENTO...
del 09/07/2016

DOLORI E BLOCCHI EMOTIVI
del 25/11/2015

LO SPORT, IL TRAUMA E LA RESILIENZA
del 13/12/2014

LA RUOTA DEL CAMBIAMENTO
del 23/09/2014

PSICOLOGIA POSTURALE Dott.ssa Bonato
del 01/08/2014

SPORT E AUTOSTIMA Dott.ssa Bonato
del 24/06/2014

SPORT E BENESSERE, SPORT È BENESSERE- Dott.ssa Bonato
del 30/04/2014

Interviste Esclusive

Rosanna Martin - Campionessa di Corsa
del 19/06/2014