LO SPORT PIÙ COMPLETO PER ECCELLENZA: IL NUOTO

Nuotare fa bene sotto ogni punto di vista, dai muscoli al cervello.
Il nuoto è considerato da sempre lo sport più completo e salutare per antonomasia. Uno sport per tutte le stagioni e per tutte le tasche.

Quando poi si avvicina l’estate, la tentazione di tuffarsi in piscina o al mare si fa ancora più forte, e travolge come un’onda migliaia di persone! Un po’ per fuggire dalla calura, ma soprattutto per ridefinire una silhouette spesso appesantita dalle cattive abitudini invernali, in primis pigrizia e peccati di gola.

Ma cosa rende il nuoto uno sport tanto speciale?

Prima di tutto il fatto che, a differenza di altri sport, il nuoto non si concentra solo su determinate articolazioni, come ad esempio le gambe nel calcio: il nuoto distribuisce il movimento su tutto il corpo, in modo omogeneo.

I movimenti del nuoto sollecitano muscoli che di solito non vengono mai coinvolti da altri sport, come il collo o la schiena.

Pur tonificando la muscolatura di tutto il corpo, il nuoto non sovraccarica le articolazioni e può essere praticato a tutte le età, anche quando si hanno parecchi chili di troppo.

E’ lo sport che modella il fisico più di ogni altro.

Il nuoto è indicato anche per chi soffre di artrosi, soprattutto lombare, e per chi ha problemi più o meno importanti alle ginocchia.

E ancora, il nuoto è un vero toccasana per chi soffre di osteoporosi e di disturbi circolatori, è anche adatto a chi ha problemi alla schiena o alle gambe perché non si ha il peso del corpo e soprattutto l'impatto col terreno.

Per questo, il nuoto è consigliato a tutti, dai bambini agli anziani, alle donne in gravidanza, ai disabili.

Con il nuoto, come con la maggioranza degli sport, si aumenta la massa magra e si riduce la massa grassa. Inoltre, vengono rafforzati i muscoli delle braccia, delle spalle e del dorso: così si ottiene un portamento elegante e slanciato.

Notizia interessante soprattutto per le donne: il nuoto, grazie alla resistenza opposta dall'acqua, svolge un'efficace azione contro la cellulite e contro i cuscinetti di gambe e punto vita.

Il nuoto è perfetto per i bambini, poiché aiuta uno sviluppo armonico e completo della struttura ossea.

Il nuoto stimola inoltre il sistema cardiocircolatorio ed è quindi ottimo per chi fuma, poiché incrementa la capacità respiratoria. Insomma, il nuoto fa bene sotto ogni punto di vista, non solo fisico, ma anche cerebrale! Questo meraviglioso sport, infatti, aiuta il cervello migliorando le capacità cognitive e di apprendimento. Stimola la concentrazione e, non ultimo, dona autostima e fiducia nelle proprie capacità.

 Nel nuoto - i cui stili, lo ricordiamo, sono la rana, il delfino, il dorso e lo stile libero - è importante una buona fase di riscaldamento, svolta praticando esercizi di stretching muscolare che favoriscono, oltre ad una migliore capillarizzazione, anche un’adeguata mobilità articolare. E’ opportuno iniziare l’allenamento con cautela, sia dal punto di vista dell’intensità che da quello della durata.

Ottimo partire con 2/3 sedute settimanali della durata di circa 40 minuti per poi passare, gradualmente, a sedute più lunghe e più frequenti. Le sedute, comunque, devono sempre essere distanziate una dall’altra da almeno 24/36 ore.

Nell’allenamento amatoriale è sconsigliata una ricerca eccessiva di ritmi di lavoro intensi ed esasperati; meglio dare spazio a sedute blande che possano essere ampliate sotto l’aspetto della durata.

Dati questi doverosi consigli, resta il fatto che i meriti del nuoto sono davvero tanti, e - leggendoli - viene voglia di regalarsi un bel po’ di salute e benessere a furia di bracciate in piscina o al mare!

Ricordiamo che il nuoto praticato in acqua salata favorisce il galleggiamento ed è anche più piacevole grazie al clima estivo. Se invece non si ha la fortuna o la possibilità di raggiungere in estate qualche bella località di mare, si può appunto “ripiegare” sulla piscina, dove, in ogni caso, è sempre rilassante, oltre che utile al fisico, nuotare in ogni periodo dell’anno.

Una piccola precauzione se si frequentano piscine: è sempre consigliabile utilizzare le ciabatte sia in spogliatoio, sia nel tragitto dallo spogliatoio alla piscina, per evitare il proliferare di fastidiosi funghi della pelle.

Condividi con i tuoi amici su:  

Articoli del Blog

COME CURARE LE DISTORSIONI
del 03/11/2016

VIAGGIARE IN SALUTE
del 26/07/2016

PAUSE SOSPETTE E DOLORI AL POLPACCIO
del 13/05/2016

I CANNELLI DI ZOLFO
del 21/03/2016

SCHIENA FLESSIBILE ED ELASTICA IN 6 MOSSE
del 04/03/2016

IL SALE COME ASSUMERLO AL MEGLIO
del 16/02/2016

IL BUONUMORE SALE DAI PIEDI
del 23/10/2015

L'ENERGIA TRAVOLGENTE DEL SAMBA FIT
del 14/07/2015

BELLEZZA IN BICICLETTA
del 21/06/2015

TUTTI PAZZI PER IL BEACH TENNIS
del 26/05/2015

IL VIRTUAL TRAINER
del 29/04/2015

COME COMBATTERE IL TORCICOLLO
del 09/04/2015

I FATTORI DI RISCHIO DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI del DOTT. MARIO TRIVELLATO
del 02/04/2015

TUTTI IN FORMA CON IL PILOXING!
del 25/03/2015

IL POTERE CREATIVO E TERAPEUTICO DEL PASSEGGIARE
del 16/03/2015

Eventi

I NOSTRI NAZIONALI DI KICKBOXING E TAEKWONDO
del 29/05/2015

RBREMEDIA TRA GLI SPONSOR DI ALEP
del 11/04/2015

Una vittoria dopo l'altra per il IL NUOVO VOLTO RB 2015
del 10/04/2015

IL CONFLITTO NELLO SPORT E NELLA VITA
del 01/09/2016

IL CAMBIAMENTO...
del 09/07/2016

DOLORI E BLOCCHI EMOTIVI
del 25/11/2015

LO SPORT, IL TRAUMA E LA RESILIENZA
del 13/12/2014

LA RUOTA DEL CAMBIAMENTO
del 23/09/2014

PSICOLOGIA POSTURALE Dott.ssa Bonato
del 01/08/2014

SPORT E AUTOSTIMA Dott.ssa Bonato
del 24/06/2014

SPORT E BENESSERE, SPORT È BENESSERE- Dott.ssa Bonato
del 30/04/2014

Interviste Esclusive

Rosanna Martin - Campionessa di Corsa
del 19/06/2014