I CANNELLI DI ZOLFO

CANNELLI DI ZOLFO, UN RIMEDIO NATURALE CONTRO I DOLORI.

Secondo un antico rimedio popolare ligure - oggi diffuso anche tra quanti credono nella medicina naturale - i candelotti di zolfo, o cannelli di zolfo, rappresentano un ottimo rimedio della Natura contro i dolori provocati da umidità e colpi d’aria.

Da secoli, lo zolfo è utilizzato per curare in particolare i dolori dovuti a: cervicali, artriti, colpi d’aria, reumatismi, torcicollo, dolori articolari, periartriti alle spalle e braccia, problemi di circolazione, crampi e contusioni. 

Gli effetti benefici dello zolfo sui dolori muscolari sono conosciuti dai tempi più remoti anche nella tradizione brasiliana e in generale in tutto il Sudamerica. 

I “candelotti” o “cannelli” sono cilindri di zolfo pressato - di colore giallo canarino - lunghi dai 9 ai 10 cm, con un diametro che varia dai 2,5 ai 3 cm e un peso solitamente di poco inferiore ai 100 g, ma li si può trovare anche di dimensioni più ridotte. 

I cannelli di zolfo sono reperibili in diverse farmacie oppure in quei negozi che vendono prodotti di medicina naturale, nelle erboristerie ed anche in alcune fiere di salute e benessere.

Ma come funzionano i cannelli di zolfo?

Questi vengono sfregati o fatti rotolare premendoli sulla parte del corpo dolorante (prevalentemente il collo).

Dopo un po’, lo zolfo emette  un leggero crepitio, per spezzarsi di solito dopo qualche minuto di applicazione. 

Il cannello di zolfo sfregato sulla pelle ha la proprietà del tutto spontanea e naturale di riequilibrare lo stato elettrico perturbato e di ripristinare di conseguenza l'armonia elettromagnetica dei tessuti. 

E' noto infatti che lo zolfo agisce sulla pelle come un riduttore, ossia come un mezzo capace di annullare lo strato di cariche elettrostatiche negative che si forma sulla pelle in caso di infiammazione e dolore.

Un’eventuale rottura secca del cannello è positiva perché segnala un assorbimento veloce delle tensioni.

I pezzi rotti possono ancora essere usati fino a quando si riescono a fare rotolare su di una parte del corpo.

Dopo l’uso, occorre scaricare l’energia ponendo i cannelli sotto l’acqua corrente fredda per 10 minuti e attendere 30 minuti prima del riutilizzo.

Oppure I cannelli di zolfo dopo il loro utilizzo possono anche essere messi in frigo o lì lasciati sino alla successiva applicazione perché assorbono meglio le tensioni se sono freddi (soprattutto se si usano d’estate).

Un consiglio: i cannelli rotti in pezzi piccoli si possono riutilizzare sbriciolandoli e sciogliendoli in acqua calda per fare pediluvi e impacchi sulle zone doloranti.

Condividi con i tuoi amici su:  

Articoli del Blog

CONTRO L'INTESTINO PIGRO TANTO MOVIMENTO E L'USO DELLE ERBE

COME COMBATTERE IL MAL D'AUTUNNO

COME CURARE LE DISTORSIONI

VIAGGIARE IN SALUTE

PAUSE SOSPETTE E DOLORI AL POLPACCIO

I CANNELLI DI ZOLFO

SCHIENA FLESSIBILE ED ELASTICA IN 6 MOSSE

IL SALE COME ASSUMERLO AL MEGLIO

IL BUONUMORE SALE DAI PIEDI

L'ENERGIA TRAVOLGENTE DEL SAMBA FIT

BELLEZZA IN BICICLETTA

TUTTI PAZZI PER IL BEACH TENNIS

IL VIRTUAL TRAINER

COME COMBATTERE IL TORCICOLLO

I FATTORI DI RISCHIO DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI del DOTT. MARIO TRIVELLATO

Eventi

I NOSTRI NAZIONALI DI KICKBOXING E TAEKWONDO

RBREMEDIA TRA GLI SPONSOR DI ALEP

Una vittoria dopo l'altra per il IL NUOVO VOLTO RB 2015

IL CONFLITTO NELLO SPORT E NELLA VITA

IL CAMBIAMENTO...

DOLORI E BLOCCHI EMOTIVI

LO SPORT, IL TRAUMA E LA RESILIENZA

LA RUOTA DEL CAMBIAMENTO

PSICOLOGIA POSTURALE Dott.ssa Bonato

SPORT E AUTOSTIMA Dott.ssa Bonato

SPORT E BENESSERE, SPORT È BENESSERE- Dott.ssa Bonato

Interviste Esclusive

Rosanna Martin - Campionessa di Corsa