GAMBE IN FORMA CON I ROLLERBLADE


II PATTINI IN LINEA UNISCONO I VANTAGGI DI CORSA E CICLISMO, ALLENANO I MUSCOLI E FANNO DIVERTIRE! 

 
Si torna tutti un po’ bambini con un paio di rollerblade ai piedi! I pattini in linea sono decisamente divertenti per tenersi in forma all’aria aperta, soprattutto per quanti lamentano la noia di faticose sedute in palestra. 

Complici le belle giornate e la voglia di stare all’aria aperta, il pattinaggio (o skating) è un ottimo modo per tenersi in forma, andando a modellare proprio i punti più critici per le donne, dalle gambe ai glutei, dall’interno all’esterno coscia. 

Esistono varie tipologie di pattinaggio a rotelle, da quello artistico alla corsa, fino al cosiddetto freestyle, ma in questo caso parliamo di quello che viene svolto a livello amatoriale per tenersi in forma e per divertirsi. 

Gli attrezzi di riferimento sono dunque i pattini in linea, noti come rollerblade, che hanno soppiantato quasi del tutto quelli tradizionali a 4 ruote, in quanto più facili da usare e molto più veloci dei loro “antenati”. 

Pattinare è un movimento che fa belle le nostre gambe, sviluppa capacità aerobica e aumenta la resistenza. Questo accomuna il pattinaggio alla corsa o al ciclismo, ma con il vantaggio di “sintetizzare” entrambi questi sport, perché pattinare è un po’ come correre, ma con l’ebbrezza della velocità della bicicletta. Paragonato al jogging, inoltre, il rollerblade è più delicato nei confronti delle articolazioni delle gambe, avendo un impatto praticamente nullo su ginocchia e caviglie, a differenza della corsa che, se non eseguita nel modo corretto, rischia di creare un microtraumatismo continuo a discapito di caviglie, ginocchia e colonna vertebrale. 

Con il rollerblade, i muscoli più coinvolti sono decisamente quelli della parte inferiore del corpo, dunque delle gambe e in generale di glutei, quadricipiti, zona lombare, abduttori e adduttori. Rispetto ad altri sport aerobici, il pattinaggio richiede una continua spinta laterale delle cosce, e questo aiuta a rassodare proprio quei punti critici difficili da tonificare, come culotte de cheval e interno coscia.

A guadagnarci è la tonicità e la bellezza delle gambe, oltre che dell’organismo in generale. Vi sono, inoltre, piccoli accorgimenti per andare ad esercitare di più alcuni muscoli rispetto ad altri. Se si vuole lavorare maggiormente con glutei e parte anteriore della coscia, mentre si pattina si possono piegare leggermente di più le ginocchia, mentre, se si vogliono tonificare interno ed esterno coscia, basta “allungare” il movimento della pattinata. 

Ma non sono coinvolte solo le gambe: infatti, per mantenere l’equilibrio e per avanzare con i pattini, è necessario oscillare le braccia, ottenendo come risultato anche la tonificazione della parte superiore del corpo. 

Attenzione al riscaldamento prima di allenarsi, in modo da evitare contratture: via libera, dunque, a preliminari esercizi di stretching e ad una lenta pattinata di qualche minuto prima di iniziare a sfrecciare. 

Il pattinaggio è utile anche se si vogliono perdere odiati chili di troppo. Il dispendio energetico, infatti, è davvero importante: si va dalle 300 calorie in un’ora di andatura media, alle 600 calorie orarie bruciate con ritmi più veloci. Il tutto con ripercussioni positive anche sull’umore, non solo sulle gambe, visto che è uno sport che si pratica all’aria aperta.

L’età giusta per iniziare? Prima si comincia, meglio è! Sembra che il pattinaggio aiuti i bambini con problemi ai piedi, come il valgismo, questo perché si ha una spinta sostanziosa della coscia e dell’anca su un piede tenuto fermo e in una posizione corretta nello scarponcino del pattino. 

Qual è la posizione migliore per stare sui pattini? La posizione corretta è quella con le spalle leggermente in avanti, le ginocchia un po’ piegate e con una spinta laterale delle gambe. Per agevolare il movimento, è importante indossare un abbigliamento comodo da fitness, non dimenticando le  protezioni per non farsi male in caso di caduta: casco, polsiere, gomitiere e ginocchiere. Il pattinaggio è da evitare solo in caso di problemi importanti alle gambe, alle articolazioni, o in situazioni di traumi manifesti, come piccole fratture. Per il resto, è uno sport divertente e adatto praticamente a tutti. Non utilizzate mai i rollerblade in strada in mezzo al traffico ma solo in luoghi sicuri adibiti per il pattinaggio. 

Condividi con i tuoi amici su:  

Articoli del Blog

CONTRO L'INTESTINO PIGRO TANTO MOVIMENTO E L'USO DELLE ERBE

COME COMBATTERE IL MAL D'AUTUNNO

COME CURARE LE DISTORSIONI

VIAGGIARE IN SALUTE

PAUSE SOSPETTE E DOLORI AL POLPACCIO

I CANNELLI DI ZOLFO

SCHIENA FLESSIBILE ED ELASTICA IN 6 MOSSE

IL SALE COME ASSUMERLO AL MEGLIO

IL BUONUMORE SALE DAI PIEDI

L'ENERGIA TRAVOLGENTE DEL SAMBA FIT

BELLEZZA IN BICICLETTA

TUTTI PAZZI PER IL BEACH TENNIS

IL VIRTUAL TRAINER

COME COMBATTERE IL TORCICOLLO

I FATTORI DI RISCHIO DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI del DOTT. MARIO TRIVELLATO

Eventi

I NOSTRI NAZIONALI DI KICKBOXING E TAEKWONDO

RBREMEDIA TRA GLI SPONSOR DI ALEP

Una vittoria dopo l'altra per il IL NUOVO VOLTO RB 2015

IL CONFLITTO NELLO SPORT E NELLA VITA

IL CAMBIAMENTO...

DOLORI E BLOCCHI EMOTIVI

LO SPORT, IL TRAUMA E LA RESILIENZA

LA RUOTA DEL CAMBIAMENTO

PSICOLOGIA POSTURALE Dott.ssa Bonato

SPORT E AUTOSTIMA Dott.ssa Bonato

SPORT E BENESSERE, SPORT È BENESSERE- Dott.ssa Bonato

Interviste Esclusive

Rosanna Martin - Campionessa di Corsa