BELLEZZA IN BICICLETTA

BELLEZZA IN BICICLETTA!

SULLE DUE RUOTE TONIFICHI IL CORPO E MIGLIORI L'UMORE. 

MA CI SONO MODALITÀ E ACCORGIMENTI DA TENERE PRESENTE. 

Piacevole soprattutto d'estate, fa bene alla salute, è divertente, libera città e campagna da da auto e inquinamento, diventando, dopo gli ultimi rincari sulla benzina e i tagli al trasporto pubblico, il mezzo di trasporto anti-crisi per eccellenza.

L'importante è rispettare, in tutto e per tutto, le convenzioni stradali e prendere le precuazioni del caso per circolare in sicurezza.

Stiamo naturalmente parlando della bicicletta, il mezzo di trasporto più gettonato con la bella stagione.

Se la decisione di controllare ingranaggi e pressione delle ruote è dettata anche dalla volotà di tornare in forma, sappiate che per ottenere dei risultati apprezzabili in bicicletta, è bene non improvvisare.

Il vostro obiettivo è dimagrire? Perfetto! Attività aerobiche come quella che si può svolgere in bicicletta, comportano uno sforzo ad intensità costante  e prolungata, che dà energia al metabolismo corporeo.

Ovvero, passati i primi 25 minuti, l'organismo comincia a bruciare i grassi.

Anche in questa attività motoria, come in altre, per poter ottenere dei risultati concreti, la costanza è un fattore determinante.

In bicilcetta, la velocità della pedalata deve prevedere un buon ritmo, persistere almeno un'ora e avere un'intesità che permetta di canticchiare tranquillamente.

Volete tonificarvi? Ok, pedalare è un ottimo modo per tonificare gambre, glutei e, contemporaneamente, combattere la tanto odiata cellulite.

E poi, meraviglia delle meraviglie, in bicicletta anche braccia e addominali intervengono nel movimento: in maniera lieve le prime, per sorreggere la parte superiore del corpo sulla bici, più intensamente i secondi, impegnati a mantenere la posizione e a sostenere la schiena.

Dopo un bel giro in biciletta, è sempre bene concludere l'allenamento con 15 minuti di stretching per allungare polpacci, bicipiti, petto e la parte alta della schiena, cioé le parti del corpo maggiormente impegnate nella pedalata.

I motivi per andare in bicicletta sono davvero tanti. Qui riporteremo almeno 5 buone ragioni per diventare un/una  biker:

1) La bicicletta aiuta a controllare il peso. Secondo una ricerca di Archives of Internal Medicine, in un'ora di bicicletta si riescono a bruciare almeno 500 calorie.

2) Fa bene all'economia: la Commissione Economica per l'Europa dell'Onu dice che l'investimento nel "trasporto verde" creerebbe oltre 76mila posti di lavoro.

3) Salvaguarda il cuore: andare in bicicletta previene le malattie cardiovascolari e ne evita il peggiornamento negli anziani, inoltre migliora la ventilazione polmonare.

4) Non influisce sulla salute delle articolazioni: è infatti un'attività a basso impatto, perché la pedalata non esercita pressioni sulle articolazioni degli arti inferiori.

5) Aumenta la resistenza: l'Università della Georgia ha stabilito che i livelli di energia di chi va in bicicletta a ritmo moderato almeno 3 volte la settimana, migliorano del 20% e che diminuisce l'affaticamento del 65%.

In chiusura, diamo qualche dritta su come scegliere il modello di bicicletta più adatto alle proprie esigenze.

Uno sbaglio nella scelta, infatti, può essere scoraggiante fino al completo abbandono dell'impresa.

Le variabili da considerare comprendono prima di tutto le vostre caratteristiche fisiche e il tipo di percorso che verrà affrontato più spesso, ma non vanno dimenticati neppure il budget a disposizione ed il proprio gusto personale. Affidatevi a degli esperti consulenti prima di acquistare una bicicletta.

Il vostro peso e la vostra altezza devono essere valutati per una giusta scelta di pedalata. 

Detto questo, la City Bike è sicuramente la tipologia più diffusa.

E' scelta dai cittadini per la sua maneggevolezza, per i suoi copertoni larghi, e quindi più stabili e per la conformazione del telaio, che permette una posizione di guida con la schiena relativamente dritta.

Ha un manubrio abbastanza largo e, nella maggiornaza dei casi, è dotata di portapacchi e parafanghi.

Infine, la domanda fatidica: "Prima di una pedalata, va bene mangiare?".

I carboidrati e gli zuccheri della frutta saranno sicuramente una buona fonte di energia se consumati almeno un paio d'ore prima dell'inizio dell'attività.

Inoltre, un'adeguata idratazione tramite una borraccia d'acqua o di soluzione idrosalina, è una buona abitudine da prendere quando si pedala. Tutto all'insegna della salute e della bellezza...in bicicletta!

Condividi con i tuoi amici su:  

Articoli del Blog

CONTRO L'INTESTINO PIGRO TANTO MOVIMENTO E L'USO DELLE ERBE

COME COMBATTERE IL MAL D'AUTUNNO

COME CURARE LE DISTORSIONI

VIAGGIARE IN SALUTE

PAUSE SOSPETTE E DOLORI AL POLPACCIO

I CANNELLI DI ZOLFO

SCHIENA FLESSIBILE ED ELASTICA IN 6 MOSSE

IL SALE COME ASSUMERLO AL MEGLIO

IL BUONUMORE SALE DAI PIEDI

L'ENERGIA TRAVOLGENTE DEL SAMBA FIT

BELLEZZA IN BICICLETTA

TUTTI PAZZI PER IL BEACH TENNIS

IL VIRTUAL TRAINER

COME COMBATTERE IL TORCICOLLO

I FATTORI DI RISCHIO DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI del DOTT. MARIO TRIVELLATO

Eventi

I NOSTRI NAZIONALI DI KICKBOXING E TAEKWONDO

RBREMEDIA TRA GLI SPONSOR DI ALEP

Una vittoria dopo l'altra per il IL NUOVO VOLTO RB 2015

IL CONFLITTO NELLO SPORT E NELLA VITA

IL CAMBIAMENTO...

DOLORI E BLOCCHI EMOTIVI

LO SPORT, IL TRAUMA E LA RESILIENZA

LA RUOTA DEL CAMBIAMENTO

PSICOLOGIA POSTURALE Dott.ssa Bonato

SPORT E AUTOSTIMA Dott.ssa Bonato

SPORT E BENESSERE, SPORT È BENESSERE- Dott.ssa Bonato

Interviste Esclusive

Rosanna Martin - Campionessa di Corsa