IL TALLONE D'ACHILLE TRA MITO E SCIENZA

Un disturbo che colpisce il calcagno e che può dipendere anche da scarpe non adatte all’attività sportiva.

Per “tallone d’Achille” si intende una fastidiosa infiammazione al tendine che collega i muscoli del polpaccio all’osso del tallone, e per questo è nota anche come “tendinite d’Achille”.

Oltre ad indicare il punto debole di una persona, il “tallone d’Achille” è una dolorosa patologia del piede che colpisce precisamente il calcagno. Prima di entrare nel merito delle cause dell’infiammazione e delle relative terapie, è interessante ricordare perché questa patologia porta il nome del mitico eroe greco Achille.

Facciamo dunque un tuffo nella mitologia greca… Figlio del mortale Pelèo, re dei Mirmìdoni, e di una Nereide, la ninfa Teti, Achille era per i greci un semidio. Non potendo tuttavia ereditare l'immortalità dalla madre, quest'ultima cercò di renderlo almeno invulnerabile. Immerse così il piccolo Achille nelle acque miracolose del fiume Stige, reggendolo per un tallone.

E fu proprio in quell'unico punto del corpo, non lambito dalle acque miracolose del fiume Stige, che Achille fu poi trafitto e ucciso da una freccia scagliata da Paride. Per questo, quando si vuole indicare il punto debole di una persona, a livello fisico o psicologico, si parla di "tallone d’Achille".

Di solito l’infiammazione si presenta a seguito di una lesione causata da uno sforzo durante la corsa o l’attività sportiva, dovuta dunque allo stress del tendine, all’esercizio fisico intenso e non preceduto da un adeguato riscaldamento, ai salti o ad altri movimenti bruschi che sforzano il tendine e i muscoli del polpaccio. Il “tallone d’Achille” può essere provocato anche dal piede piatto, che fa aumentare lo sforzo del tendine d’Achille.

Per evitare che il “tallone d’Achille” si presenti è bene attuare un’efficace strategia preventiva.

Il consiglio è quello di praticare sempre un buon riscaldamento muscolare prima dell’attività sportiva. L’ideale sarebbe riuscire a fare stretching tutti i giorni, soprattutto al mattino, o comunque sia prima che dopo l’attività sportiva. Lo stretching permette l’allungamento dei muscoli del polpaccio e dello stesso tendine d’Achille, che si mantiene così più flessibile e meno soggetto ad infiammazioni o rotture.

Se trascurato, infatti, il “tallone d’Achille” può progredire e trasformarsi in un disturbo degenerativo detto “tendinosi d’Achille”. La struttura del tendine cambia: il tendine si indebolisce e corre un rischio maggiore di subire lesioni gravi, anche molto dolorose, che di solito richiedono l’intervento chirurgico per riparare il tendine danneggiato.

Il sintomo più frequente della tendinite d’Achille è il dolore nella parte posteriore della gamba e all’altezza del tallone, in particolare dopo una corsa o altra attività sportiva. Il dolore a volte si accompagna ad un lieve gonfiore in corrispondenza del tendine e a scricchiolii quando si tocca o si muove il tendine.

Ma come si cura il “tallone d’Achille”? I provvedimenti da prendere sono relativamente semplici, ma - affinché siano davvero efficaci - è necessario che la terapia sia seguita con pazienza e scrupolosità. Il medico di solito consiglia l’astensione dall’esercizio fisico per diversi giorni. La miglior ricetta è sempre il riposo!  Unito all’uso di creme a base di Arnica, Arpagofito e Ribes ed eventuali antinfiammatori e antidolorifici per bocca dopo consulto del medico o del farmacista. Quando si avverte il dolore, va applicato subito del ghiaccio nella zona interessata.

Chiudiamo questo focus sul “tallone d’Achille” con una curiosità: non tutti sanno che questo fastidioso disturbo può essere provocato da scarpe consumate o non adatte all’attività sportiva! Bisogna dunque dotarsi di un buon paio di scarpe da ginnastica: a volte basta questo piccolo accorgimento per scongiurare il pericolo.

Condividi con i tuoi amici su:  

Articoli del Blog

COME CURARE LE DISTORSIONI
del 03/11/2016

VIAGGIARE IN SALUTE
del 26/07/2016

PAUSE SOSPETTE E DOLORI AL POLPACCIO
del 13/05/2016

I CANNELLI DI ZOLFO
del 21/03/2016

SCHIENA FLESSIBILE ED ELASTICA IN 6 MOSSE
del 04/03/2016

IL SALE COME ASSUMERLO AL MEGLIO
del 16/02/2016

IL BUONUMORE SALE DAI PIEDI
del 23/10/2015

L'ENERGIA TRAVOLGENTE DEL SAMBA FIT
del 14/07/2015

BELLEZZA IN BICICLETTA
del 21/06/2015

TUTTI PAZZI PER IL BEACH TENNIS
del 26/05/2015

IL VIRTUAL TRAINER
del 29/04/2015

COME COMBATTERE IL TORCICOLLO
del 09/04/2015

I FATTORI DI RISCHIO DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI del DOTT. MARIO TRIVELLATO
del 02/04/2015

TUTTI IN FORMA CON IL PILOXING!
del 25/03/2015

IL POTERE CREATIVO E TERAPEUTICO DEL PASSEGGIARE
del 16/03/2015

Eventi

I NOSTRI NAZIONALI DI KICKBOXING E TAEKWONDO
del 29/05/2015

RBREMEDIA TRA GLI SPONSOR DI ALEP
del 11/04/2015

Una vittoria dopo l'altra per il IL NUOVO VOLTO RB 2015
del 10/04/2015

IL CONFLITTO NELLO SPORT E NELLA VITA
del 01/09/2016

IL CAMBIAMENTO...
del 09/07/2016

DOLORI E BLOCCHI EMOTIVI
del 25/11/2015

LO SPORT, IL TRAUMA E LA RESILIENZA
del 13/12/2014

LA RUOTA DEL CAMBIAMENTO
del 23/09/2014

PSICOLOGIA POSTURALE Dott.ssa Bonato
del 01/08/2014

SPORT E AUTOSTIMA Dott.ssa Bonato
del 24/06/2014

SPORT E BENESSERE, SPORT È BENESSERE- Dott.ssa Bonato
del 30/04/2014

Interviste Esclusive

Rosanna Martin - Campionessa di Corsa
del 19/06/2014